18 Dicembre 2017

News
percorso: Home > News > News dal settore

OPERAZIONE API - TOTALERG : LE NOSTRE FORTI PREOCCUPAZIONI

07-11-2017 14:29 - News dal settore

Circa un anno fa, Erg annunciava la sua uscita dal mondo "oil" per concentrare il suo business sulle energie rinnovabili. Tutto ciò ha comportato la messa in vendita della quota azionaria di Erg sul mercato.
Il gruppo TotalErg, che nel frattempo si appresta a scorporare la parte lubrificanti e gas, negli anni passati ha riorganizzato le sue attività, anche attraverso considerevoli tagli occupazionali, arrivando a traguardare bilanci con forti utili, nonostante l´altalenante andamento del mercato petrolifero.
Tutt´altro andamento si riscontra per Api-Ip. Infatti, questo gruppo, con una forte esposizione debitoria, da anni cerca affannosamente di appianare perdite anche attraverso tagli occupazionali e continui ricorsi agli ammortizzatori sociali, tant´è che attualmente i lavoratori Api-Ip sono in contratto di solidarietà che si protrae da diversi anni.
Il 3 novembre apprendiamo dalla stampa che Api-Ip, nonostante le difficoltà economico-finanziare, acquisisce il Gruppo TotalErg. Seppure voci in questo senso giravano da tempo, è come dire che il pesce piccolo ha mangiato il pesce grosso.
Sappiamo che l´Italia è terra di miracoli annunciati e misteri truccati, di fantasie di cartone e finanza creativa, ma questo caso che sta caratterizzando il mondo delle "oil company" italiane merita particolare attenzione e importanti riflessioni.
Ebbene, come è potuto succedere che un soggetto più debole, in questo caso Api-Ip fortemente indebitato, possa acquisire un soggetto più forte, leggasi TotalErg che gode di ottima salute come si può dedurre dagli ultimi bilanci? Quello che sappiamo, è che dietro questa operazione ( industriale o finanziaria? ) ci sono le garanzie, certamente non disinteressate, delle stesse banche creditrici nei confronti di Api-Ip.
Alchimie finanziare a parte, comunque nasce un soggetto per il rifornimento carburante secondo in Italia, dopo Eni e scavalcando Q8, per fatturato e numero di stazioni di servizio.
A questo punto, deve terminare l´irritante reticenza che da mesi sta caratterizzando TotalErg sui tavoli sindacali. Soprattutto, Api-Ip deve presentare, come già richiesto dalle Segreterie nazionali di Filctem-Femca-Uiltec, un credibile piano industriale, all´altezza del ruolo che si appresta ad occupare nel mercato nazionale e che non può assolutamente comprendere sacrifici occupazionali sull´altare di giochi finanziari.
Al MiSe chiediamo, attraverso la convocazione del tavolo tecnico di monitoraggio permanente , una attenta vigilanza in questo strategico settore del Paese. Sta per nascere il secondo soggetto di rifornimento energetico petrolifero in Italia. Si devono chiedere garanzie industriali e di servizio e , per quanto ci riguarda, il rafforzamento delle garanzie occupazionali.
Le risposte in questo senso, non possono attendere tempi lunghi e vaghe affermazioni: lavoratori e sindacato, dopo mesi di reticenza, non possono più attendere

Il Segretario Generale
Filctem Cgil
Lorenzo Attimonelli



Realizzazione siti web www.sitoper.it