19 Ottobre 2017

News
percorso: Home > News > News Generiche

RIPRENDIAMOCI LA LIBERTA´ : SABATO 30 SETTEMBRE LA CGIL IN PIAZZA

27-09-2017 11:44 - News Generiche
Doppia mobilitazione questa settimana per la Cgil, che scenderà nelle piazze italiane il28 settembre, in occasione della Giornata mondiale per il diritto all´aborto sicuro e legale, e il 30 contro la violenza sulle donne.
Giovedì prossimo, fa sapere il sindacato di corso d´Italia, si terranno presidi, flash mob, assemblee e volantinaggi nelle città e nei luoghi di lavoro "per rivendicare, ancora una volta, il diritto alla libertà di scelta e all´autoderminazione delle donne, il diritto a vedere applicata una legge dello Stato, di fatto svuotata dalla troppa obiezione di coscienza". Quest´ultima per la Cgil ha raggiunto "dimensioni preoccupanti", come certifica anche l´ultima relazione in merito del ministero della Salute, che quantifica l´obiezione di coscienza tra i ginecologi al 70,7%, con punte del 90 in alcune regioni". "La gravità del fenomeno sostiene la Confederazione è stata dimostrata dall´accoglimento, e dalla successiva condanna del nostro Paese, di due ricorsi, uno dei quali presentato dalla Cgil al Consiglio d´Europa per violazione del diritto alla salute delle donne".
Con lo slogan ´Riprendiamoci la libertà!´ il segretario generale della Cgil Susanna Camusso invita tutte le donne a scendere nelle piazze italiane sabato prossimo per le manifestazioni organizzate contro la violenza sulle donne, la depenalizzazione dello stalking, la narrativa con cui stupri e omicidi diventano un processo alle vittime.
Intanto, l´appello online ´Avete tolto il senso alle parole´ a sostegno della mobilitazione ha già ricevuto molte adesioni: "Chiediamo agli uomini, alla politica, ai media, alla magistratura, alle forze dell´ordine e al mondo della scuola un cambio di rotta nei comportamenti, nel linguaggio, nella cultura e nell´assunzione di responsabilità di questo dramma". Perché "la violenza maschile sulle donne non è un problema delle donne", che "non vogliono far vincere la paura e rinchiudersi dentro casa". "L´appello ricorda la Cgil è aperto a tutti coloro che vorranno aderire. È fondamentale che il fronte di coloro che vogliono rompere il silenzio cresca ancora".


Realizzazione siti web www.sitoper.it